Star Wars VII – Il risveglio della forza. Il Teaser trailer

 In Cinema e Teatro

Un paesaggio desertico, soldati minacciosi in armatura bianca, una spada laser ed una navicella dai tratti a dir poco familiari. Sono tutte immagini (e suoni) inconfondibili anche per il meno cinefilo degli spettatori. Poche immagini che sono bastate a turbare l’equilibrio della Forza e a svegliare milioni di fan in spasmodica attesa per la nuova trilogia targata Star Wars che si profila ormai all’orizzonte.

Con il più classico dei passa parola, in queste ore, si sta infatti diffondendo a macchia d’olio il primissimo teaser trailer di Star Wars episodio VII – Il risveglio della forza (sequel del Ritorno dello Jedi), che dovrebbe vedere la luce solo alla fine del 2015. Un filmato di poco più di un minuto, che ben poco svela allo spettatore ma già sufficiente a scatenare dibattiti e accesi confronti: l’oggetto principale di questa nascente tempesta è naturalmente lui, J.J. Abrams, uno degli autori attualmente più blasonati e chiacchierati di Hollywood e dintorni, che dirigerà, saldamente al timone, i prossimi tre episodi della space opera più longeva della storia del cinema (seguita a denti stretti da Star Trek). A questo regista spetterà l’arduo compito di combattere contro le politiche aziendali della Disney, vera divoratrice di mondi, che dopo la Marvel ha ingurgitato anche tutta la LucasFilm.

Per alcuni sarebbe il nuovo Steven Spielberg, per altri solo un astuto venditore di sabbia colorata nel deserto, una cosa tuttavia è certa: J.J.Abrams ha finora lastricato la propria carriera soprattuto di clamorosi (e a volte insperati ) successi. Produttore (figlio di produttori), regista, sceneggiatore e sporadico attore, J.J Abrams dopo aver fondato nel 1998 la Bad Robot Productions non si è fermato neanche un secondo, sfornando serie TV presto consacrate al successo e assaltando contemporaneamente, con la stessa bulimia creativa, il mondo del cinema (basti ricordare alcuni titoli tra piccolo e grande schermo come Alias, Lost, Star Trek, Super 8): successi di critica e pubblico direttamente proporzionali ad altrettante bocciature. Evidentemente J.J. Abrams, con uno stile sempre in bilico tra la sospensione del mistero ed un barocco gusto per l’avventura (a volte fanciullesco, a volte a dir poco sfrenato) non sembra lasciare indecisioni nel suo pubblico.

jj-abrams-star-wars-episode-vii

J.J. Abrams

Dati biografici e botteghino a parte, J.J. Abrams ha forse mostrato di avere le carte in regola per affrontare Star Wars grazie al reboot di Star Trek (2007). Nello scetticismo generale, afferrando per le corna una tradizione fantascientifica (ardua materia da veri filologi) stratificatasi sin dagli anni 60, J.J. Abrams riuscì infatti a creare un prodotto allo stesso tempo fedele al passato ed originale, dando soprattutto con il secondo capitolo Star Trek- Into Darkness nuova linfa ad un filone che sembrava aver perso tutto il proprio brio.

Accadrà lo stesso per Star Wars VII ? Le premesse ci sono tutte, dal cast (che unisce “giovani” astri come Andy Serkis e Oscar Isaac a vecchie glorie come Carrie Fisher, Harrison Ford e Mark Hamill- Leila, Han Solo e Luke per intenderci) alla sceneggiatura (firmata a quattro mani con il mitico Lawrence Kasdan, autore de L’Impero colpisce ancora e I predatori dell’arca perduta).

81ccc2b79dba77b9581ea24b239e0be3eb2fa555-2

Il cast al completo pronto per la lettura della sceneggiatura

Un terreno più che fertile che potrebbe permettere a J.J. di cogliere il miglior frutto della vecchia e della nuova trilogia (evitando, magari, alcuni orrori di quest’ultima) addentrandosi in un mondo narrativo tutto nuovo che nel rispetto della mitologia della saga, si spera, potrebbe riuscire nuovamente a catturarci.

Evitando discussioni (che lasciano il tempo che trovano, essendo i pericoli ben altri) su come dovrebbe o non dovrebbe essere la spada laser del cattivo di turno, non possiamo far altro che aspettare il 2015, con trepidazione e molto timore, sperando di non dover rimpiangere troppo la fanfara della Twentieth Century Fox. Personalmente, spero che J.J. Abrams, andando oltre l’abile operazione di merchandising, ci regali qualcosa di più di una panoramica con tramonto su Tatooine, condita da massicce dosi di “lens-effect” (quasi una scelta obbligata per il caro J.J.). Per il resto se son veramente rose fioriranno, altrimenti….Che la forza sia con noi!

5995

 

Michele Assante

Michele Assante

Abbandonato sulla Terra ancora in fasce, è cresciuto inseguendo un unico grande sogno: diventare un cowboy-pirata-spaziale. Sa bene però che la vita richiede anche concretezza ed è per questo che si è iscritto alla facoltà di Lettere Classiche: per scoprire Atlantide e sconfiggere Cthulhu prima che vengano a riprenderselo gli Alieni.
Post suggeriti

Leave a Comment

Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Illeggibile? Cambia il testo. captcha txt

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca