Salvare le ossa, la vita dopo l’uragano Katrina

 In Letteratura

Quando nel 2005 l’uragano Katrina si è abbattuto sulle coste della Florida, nessuno si sarebbe mai immaginato di ritrovarsi da lì a pochi giorni davanti ad una delle 5 più grandi catastrofi della storia, e Jesmyn Ward, che con la sua famiglia all’epoca aveva vissuto quel dramma, con Salvare le ossa (NN editore) ci racconta proprio questo.In un paesino del Mississipi (Bois Sauvage), tra il bayou e la valle che tutti chiamano La Fossa, prendono vita i drammi e i conflitti della famiglia Batiste, in un’escalation in cui si ripercorrono proprio i 10 giorni che precedono l’arrivo di Katrina e lo strascico di morte, fango e devastazione che porterà con sé.

Protagonisti di Salvare le ossa sono Esch e i suoi fratelli: Randall, Junior e Skeet, orfani di madre sin da piccolissimi, e totalmente assorti nell’affrontare un’emergenza che li vedrà coinvolti in prima persona, ma dalla quale non rinunceranno a vivere fino all’ultimo le lo loro vite per certi versi nella più estrema normalità.

A fare da sfondo alle loro esistenze e al circo di vite che si muovono tra le valli di Bois Sauvage, tra risse, macchine abbandonate e campi da basket di periferia, anche le lotte clandestine tra cani a cui parteciperà China, il pitbull femmina di Skeet, che nonostante la convalescenza postparto si rivelerà in grado di poter affrontare e lottare contro qualsiasi avversario.

Ma mentre i telegiornali annunciano l’imminente arrivo dell’uragano che ha oramai raggiunto forza 3, Esch si ritroverà impreparata davanti alla scoperta di una gravidanza inattesa, che si manifesterà nella sua vita, alla pari di Katrina, come una tempesta emozionale da cui non potrà sottrarsi.
Per Esch sembrerà quasi di rivivere l’epica e i turbamenti di Medea, combattuta dal sacrificare i fratelli in nome di un amore, e di una storia, che in realtà si rivelerà imperfetta e crudele.
Salvare le ossa rappresenta il primo capitolo di una trilogia che verrà pubblicata integralmente dalla NN editore e che regala ai lettori italiani la grande scoperta di un’autrice di cui sentiremo parlare negli anni.
Jesmyn Ward, prima donna a vincere il National Book Award per ben due volte, ci incanta con una prosa ipnotica, in cui l’elemento organico sfiora quello emozionale attraverso metafore memorabili e potenti.
Un libro intenso, coinvolgente, che ci porta dove non vorremmo essere: in quella Bois Sauvage difficile e affascinante, in cui vivere, molto spesso, non è altro che la quotidiana lotta per la sopravvivenza.

Diego Frau

Diego Frau

È nato a Cagliari ma vive a Pisa dove ha studiato Scienze Politiche. Convive con le sue ossessioni (la letteratura e il tennis) e odia le bio.
Post recenti
Showing 2 comments
  • Franco
    Rispondi

    Grande libro!

pingbacks / trackbacks

Leave a Comment

Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Illeggibile? Cambia il testo. captcha txt

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca