Russian Doll, la serie matrioska di Netflix

 In Serie Tv

Una festa senza fine piena di bei ragazzi, di droghe e di pollo al forno potrebbe essere un inferno per alcuni e un paradiso per altri. Per Nadia, la protagonista della nuova comedy di Netflix, Russian Doll, è una sveglia giornaliera. La serie si presenta da subito come un progetto audace e consistente, con l’aggiunta di una legittima dose di sentimentalismo. Scritta da Natasha Lyonne, Amy Poehler e Leslye Headland, è una brillante favola sulla moralità e sulla mortalità, che riesce a creare un perfetto equilibrio tra dramma e commedia tagliente.
Nadia (Natasha Lyonne appunto, vista precedentemente in Orange is the new black) è un pungente ingegnere informatico ed una esperta designer di videogames, che conduce una vita sfrenata, piuttosto simile a quella di una rockstar. Russian Doll comincia nel momento in cui la protagonista si fissa allo specchio, durante il suo 36° compleanno, in un bagno dal design piuttosto strambo, che sembra richiamare l’atmosfera di un episodio a caso de “Ai confini della realtà”.
Fuori la porta ad attenderla, ci sono i suoi amici e la festa in suo onore. Per i primi cinque minuti Nadia butta giù l’inverosimile, tra birre, sigarette “corrette” e battute sardoniche rivolte a chiunque le capiti a tiro. Dopo aver portato a casa uno sconosciuto per fare sesso ed avergli repentinamente chiamato un Uber per farlo andar via il prima possibile, esce di casa per cercare il suo gatto, viene investita da un taxi e muore. Orribilmente.


Poi si sveglia, ed è di nuovo davanti allo specchio, alla festa del suo 36° compleanno, fisicamente intatta ma non più “la stessa”. Nadia si trova intrappolata in un loop temporale, all’apparenza senza fine. Ma questo è un costrutto tradizionale del genere fantascientifico, che troviamo in classici del cinema anni ’90 come Ricomincio da capo con Bill Murray o nel più recente horror Auguri per la tua morte. Non importa quante volte o come muore, la protagonista di Russian Doll si risveglia inesorabilmente nel loft della sua amica, il giorno della sua festa, bloccata in un ciclo di riavvio, fino a quando non realizza che c’è una via di fuga.
La parte divertente di tutto lo show è proprio l’approccio metodico da ingegnere e il cattivo caratteraccio da drogata di cui si serve la protagonista per indagare sulle regole della sua apparente immortalità. Se pensate che Russian Doll rappresenta qualcosa di già visto e che il gioco non vale la candela, vi state sbagliando. Infatti, a partire dal terzo episodio la struttura e lo scopo della narrazione, prendono una strada nettamente diversa, lasciando spazio alla parte più intima e commovente della serie.
Natasha Lyonne ha co-creato e co-scritto la serie e, come altri attori prima di lei, ha scritto per se stessa il ruolo che ha sempre meritato, mescolando l’autobiografia con la fantasia inventiva.

Russian Doll, che significa appunto Matrioska, è strutturata come il tradizionale giocattolo russo, e ogni ciclo di vita e di morte a cui è soggetta Nadia porta lo spettatore a scoprire, pian piano, la sua vera natura, l’effettiva personalità della protagonista. Nadia si spoglierà di tutti i clichè tipici della sua età e della sua generazione, mostrandoci che è possibile migliorarsi e se apparantemente la protagonista è sempre la stessa, le sue relazioni interpersonali muteranno di puntata in puntata, e lo spettatore realizzerà che la condanna della ripetizione può essere vista anche come una nuova opportunità per dare una svolta alla propria vita. In definitiva, è una storia sui cicli di auto-distruzione in cui ci intrappoliamo e sulla vulnerabilità necessaria per uscirne. Russian Doll è composto da 8 episodi  e si muove velocemente, con un ritmo serrato, così tanto che lo spettatore si sente coinvolto attivamente nella pazzia di Nadia. E se riesci ad arrivare alla fine della serie, non preoccuparti.
Probabilmente tornerai all’inizio e ricomincerai tutto daccapo. Proprio come Nadia.

shosanna777

shosanna777

30 anni. Eterna ragazzina. Amante del cinema. Appassionata di letteratura inglese e di tutto quello che ha a che fare con la cultura anglosassone. Passione moderata per i libri e per i fumetti. Infine...insaziabile divoratrice di Serie Tv.
shosanna777

Latest posts by shosanna777 (see all)

Post suggeriti

Leave a Comment

Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Illeggibile? Cambia il testo. captcha txt

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca