Non cambiare le Isole Minori Settime – INTERVISTA VIDEO

 In Interviste, Interviste, Musica

di Alessandra Farro

Tre ragazzi, tre voci e tre teste per una sestina fresca, ironica e genuina. Le Isole Minori Settime sono Alessandro Freschi (voce, chitarra acustica e ukulele), Enzo Colursi (voce, pianoforte e kazoo), Lorenzo Campese (voce, tastiere e diamonica), Alessandro Bellomo (batteria e percussioni), Alberto Savarese 10991073_443267429157892_8216073785592401182_n(chitarre) ed Enrico Buono (basso e contrabbasso). Soltanto leggendo l’elenco degli strumenti che questi ragazzi usano per comporre le loro canzoni, risulta evidente quanto siano versatili. Tant’è che, in effetti, andando a un loro concerto ci si può perdere in pezzi romantici, in quelli nostalgici, in quelli prettamente introspettivi, oppure decidere di saltellare ridendo a quelli più allegri (oppure ancora fare entrambe le cose). Quello che è certo è che andandoli a sentire, non si rischia di annoiarsi.
Dico che le teste sono tre, come le voci, perché ognuno di loro prima di essere un’Isola è un compositore solista – ironico gioco di parole-, nonostante non amino definirsi “cantautori”, poiché a loro modo di vedere questa è diventata una “parola pericolosa” nel campo (io sono abbastanza d’accordo con loro).
Mettere insieme tre identità artistiche, perché collimino in un unico progetto, non è cosa facile e loro ci riescono senza forzare minimamente le note che percorrono la musica, e per questo meritano un grande primo chapeau. Visto che, poi, mantenere una linea guida, che non si allontani mai troppo da un unico grande genere, è cosa ancora più complicata, meritano un doppio chapeau. Che non si compia, però, l’errore di inscatolarli in un genere definito, loro stessi precisano che ciò che suonano è: “postrockprogressivejazzfolkbeat d’autore”, perché anche la categorizzazione musicale ormai è diventata “pericolosa” (ma, forse, questa lo è sempre stata).

Tutti giovanissimi, con grande creatività, le Isole Minori Settime sono “una scatola piena di cose piccole e dimenticate” e nel loro primo video, Non Cambiare Traccia, è proprio la scatola ad animare la canzone, che, tra l’altro, si racconta da sola (per capirci di più basta cliccare qui o sul video proprio sopra il paragrafo). In questa scatola verde hanno raggruppato anche tanti dei loro lavori da solisti, Alessandro Freschi, infatti, è anche Freschi Lazzi & Spilli, Enzo Colursi è anche Colursi e Lorenzo Campese è anche – incredibilmente – Lorenzo Campese.
Tre compositori più tre musicisti per questa sestina napoletana con capacità, voglia di emergere, umiltà e umorismo e direi che questa è una premessa più che buona, nella travagliata scena musicale, che annaspa nella nostra città. La loro prossima data è per il 25 luglio al Kestè, un posto bello, bello che d’estate organizza i concerti all’aperto.

P.S. Che poi se magari chi legge il giornale ha pure pensato: “Ma ‘sto Freschi c’ha un nome familiare…”, la cosa c’ha senso, perché lui è il fumettista delle strisce “Non è un paese per Freschi” di FuoriPosto (Ciao Frè sono una tua fan!).

Un Freschi originale.

Un Freschi originale.

LE DOMANDE

di Alessandra Farro

  1. Perché Isole Minori Settime se non siete in sette?
  2. Voi siete tre compositori, come riuscite a mettere insieme da tre idee un’unica canzone? Risulta naturale?
  3. Qual è il rapporto delle Isole Minori Settime con Napoli?
  4. Quanto vi influenza la città nei vostri testi?
Alessandra Farro

Alessandra Farro

Nata a Napoli, il suo secondo romanzo s'intitola "Blue", Ultra Edizioni. Sforna pensieri e dipinge ricordi. È innamorata della musica, dei libri e del buon caffè fin da che ne ha memoria. Ha un problema (oggettivo) col tempo, prova a respirare poca realtà e viaggia sempre con una moka in valigia, spesso senza lasciare la sua camera. Quando la vita la confonde troppo, si mette a testa in giù su un tessuto aereo. Ribelle dal 1991.
Post suggeriti

Leave a Comment

Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Illeggibile? Cambia il testo. captcha txt

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca