Mondiali: Storia d’Italia

 In Approfondimento, Sport, Storie di Sport

Nel 1928 Jules Rimet ebbe l’idea di far sfidare alcune rappresentative nazionali di questo gioco per decidere chi fosse la più forte.
Il premio venne istituzionalizzato nel 1930 e da allora, ogni 4 anni, la sua importanza è cresciuta sempre di più, fino ad arrivare a bloccare nazioni intere: il secondo evento sportivo per importanza tiene bloccati davanti alla tv mezzo miliardo di persone.

Ogni generazione avrà la sua staffetta e la sua preferenza: Rivera o Mazzola? Del Piero o Baggio?
Ogni generazione avrà un calciatore da maledire per uno sciagurato rigore calciato alle stelle, per un errore fatale, o un calciatore da idolatrare per le sue giocate decisive.
Ogni generazione potrà insultare uno specifico arbitro o un avversario in particolare.
Ogni generazione si riconoscerà in una voce: Nicolò Carosio, Nando Martellini, Bruno Pizzul, Fabio Caressa. Coloro che ci hanno raccontato l’Italia ai mondiali.
Ogni generazione vivrà col ricordo di alcuni mondiali nella testa.

In cinque uscite ve li racconteremo tutti:

Capitolo 1: Dalla nascita a Francia 1938

Capitolo 2: Le grandi beffe

Capitolo 3: Ritorno alla gloria

Capitolo 4: Maledetti rigori

Mario Villani

Mario Villani

Nato a Bari nell'ormai lontano 1989. Dopo 5 anni a Milano abbandona il grigiore padano per cercare qualcosa nel Sud Est del mondo. Oggi in Indonesia, scrittore per caso (o per sbaglio).
Mario Villani

Latest posts by Mario Villani (see all)

Post recenti

Leave a Comment

Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Illeggibile? Cambia il testo. captcha txt

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca

fifa world cup brazilitalia-34