Manuale di sopravvivenza cinematografica – Guida ai film in uscita

 In Cinema e Teatro

Luglio. Che strano mese per gli appassionati di cinema. Cannes è ormai alle spalle, Venezia spunta timidamente all’orizzonte e nel mezzo ecco la temibile stagione estiva con tutta la sua singhiozzante narcolessia. Sebbene l’offerta streaming non conosca calendari, per i feticisti della sala (come il sottoscritto) è un periodo di riflessione forzata sulla vita che scorre lontano dall’odore del pop corn e da quell’inconfondibile aroma che non saprei definire se non come di “poltrone vecchie e polverose in una macchina nuova di zecca”. Quale occasione migliore per tirare le somme e vedere quali avventure cinematografiche ci salveranno da questa Zattera della Medusa?

Ecco a voi, ordunque, la lista dei 20 film che (fino ad ora) ci hanno più incuriosito, in uscita da qui alla fine dell’anno. Cinema d’autore, di genere e di qualsiasi lettera dell’alfabeto…nella vostra dieta semestrale non fatevi mancare nulla!

1) Ant-Man and The Wasp di Peyton Reed. Uscita: 14 agosto

L’eroe più piccolo dell’universo narrativo più grande di sempre torna all’azione, in questo secondo capitolo diretto nuovamente da Peyton Reed. Questa volta l’uomo formica (Paul Rudd) sarà affiancato dall’intrepida Wasp (Evangeline Lilly) contro una misteriosa ladra “quantica”. Il trailer promette nuove sequenze ad alto tasso di divertimento, grazie alle capacità di shrinking dei due eroi. Speriamo di non dover rimpiangere ancora di più Edgar Wright, il regista cult che dovette abbandonare per “divergenze creative” con la Marvel la lavorazione del primo capitolo, lasciandovi comunque una piacevole impronta. Vedremo.

2) Don’t Worry di Gus van Sant. Uscita: 29 Agosto

Dopo il mezzo flop de La Foresta dei Sogni, Gus van Sant prova a risalire la china raccontando la vera storia del vignettista satirico John Callahan. Si dice che Robin Williams volesse interpretare la sua parte, arrivando a comprarne i diritti della biografia. 20 anni dopo prende il suo posto Joaquin Phoenix accompagnato da Rooney Mara, Jonah Hill e Jack Black. Risate e lacrime agrodolci sembrano garantite.

3) The Little Stranger di Lenny Abrahamson. Uscita: 13 Settembre

Il regista irlandese del surreale Frank e del claustrofobico Room, vira verso i toni di un thriller gotico a base di spiriti, segreti e dure verità. Cast di tutto rispetto (Domhnall Gleeson, Charlotte Rampling, Will Poulter) per atmosfere simili a quelle de La Spina del Diavolo di Guillermo del Toro.         

4) Incredibili 2 di Brad Bird. Uscita: 19 Settembre

Il primo capitolo de Gli Incredibili è uscito 14 anni fa. Già. Ora che ci sentiamo tutti più vecchi possiamo tornare a contare i giorni che mancano al ritorno di un film che conquistò mezzo mondo per la sua capacità di volteggiare con toni leggeri tra I Fantastici 4 e Watchmen, la satira sociale e il classico hollywoodiano. Come sarà invecchiata la nostra “normale” famiglia di supereroi?

5) L’uomo che uccise Don Chisciotte di Terry Gilliam. Uscita: Autunno

Nella storia del cinema i fallimenti sono come le stelle in cielo e i granelli di sabbia sulla terra. Quando tuttavia una forza inarrestabile ha incontrato ostacoli inamovibili, il fallimento è diventato poetico e leggendario, folle e malinconico, a volte ancor più celebre dell’agognato successo. È il caso del Don Chisciotte di Terry Gilliam arenatosi per 25 anni e arrivato solo quest’anno nelle sale. Il progetto non è più quello originale, come è giusto che sia. La storia è diventata una complessa riflessione su quello scontro tra pratico cinismo e folle poesia che anima ogni granello della settima arte. Vada come vada, un brindisi a te, Terry, Don Chisciotte armato di cinepresa!

6) Il vizio della speranza di Edoardo De Angelis. Uscita: 27 Settembre

Ancora poco e niente si sa della nuova prova di De Angelis. Si torna a Castel Volturno con la protagonista Maria, traghettatrice di donne incinte coinvolte in un traffico di bambini. Con atmosfere sospese, quasi mistiche simili a quelle già sperimentate in Indivisibili, sarà interessante vedere se il regista riuscirà a sorprendere senza ripetersi.

7) La libertà non deve morire in mare di Alfredo Lo Piero. Uscita: 27 Settembre

Dal trailer del documentario di Lo Piero dedicato all’emergenza dei migranti emergono già le differenze con il Fuocoammare di Rosi. Meno ricostruzione e più azione, meno poesia, più realtà. Sono approcci diversi ma entrambi necessari in un momento nel quale la bulimia del giudizio sembra fagocitare ogni tentativo di comprensione.

8) Sconosciuti al El Royal di Drew Goddard. Uscita: 11 Ottobre

Il regista del horror metacinematografico Quella Casa Nel Bosco (ottimo da recuperare nelle calde notti d’Agosto) riunisce un cast stellare (Chris Hemsworth, Russel Crowe, Jeff Bridges, Jon Hamm) per un nuovo thriller sanguinolento ad alto tasso di tensione. Un film che potrebbe rivelarsi sorprendentemente esplosivo.         

9) Soldado di Stefano Sollima. Uscita: 18 Ottobre

Denis Villeneuve nel 2015 girò un piccolo gioiello, Sicario. Un film di frontiera, nudo, crudo come non se ne vedevano da tempo sulla linee grigie della moralità e gli effetti collaterali delle politiche americane. Il sequel viene diretto dal nostro Stefano Sollima che di strada ne ha fatta dal suo Romanzo Criminale (passando per Suburra). Grandissima emozione e angosciante attesa per un’occasione d’oro.

10) Mowgli di Andy Serkis. Uscita: 25 Ottobre

A neanche 2 anni di distanza dal rifacimento live action del cartone del 1967, ecco l’ennesima versione del racconto di Kipling, Il Libro della Giungla. Niente Disney questa volta ma la ben più cupa Warner Bros capitanata dal maestro della motion capture Andy Serkis alla sua seconda prova registica. Come nelle Lezioni di Stile di Queneau sarà divertente vedere quale versione alla fine riuscirà a conquistarci.

11) Il primo uomo di Damien Chazelle. Uscita: 31 Ottobre

Il prezzo di un sogno impossibile e la volontà necessaria a realizzarlo sono ormai il pane quotidiano del giovane regista di Whiplash e La La Land. È il turno di Neil Armstrong e della sua biografia rimaneggiata dalla sapiente penna di Josh Singer, già autore dei premiati The Post e Il Caso Spotlight. Ci sarà spazio per la musica anche tra i roboanti motori di uno Space Shuttle?

12) Mistero della Casa del Tempo di Eli Roth (!!!). Uscita: 31 Ottobre

Scusate i punti esclamativi ma per chi conosce Eli Roth sapere che ha diretto un film all’apparenza per famiglie è abbastanza sconvolgente. Parliamo di uno dei registi più (filmicamente) sanguinari, efferati e genuinamente perversi in circolazione (la saga di Hostel e The Green Inferno tanto per gradire). Ed eccolo qui in un’avventura fantasy con Jack Black e Cate Blanchett. Vedere per credere, signori. Vedere per credere.

13) Notti Magiche di Paolo Virzì. Uscita: 8 Novembre.

Paolo Virzì non ne sbaglia neanche una. Difficile, quindi, non provare una sana curiosità per il suo prossimo film che promette un mix di cinefilia, ironia e anche un pizzico di autobiografia. È l’estate dei mondiali 1990 quando il cadavere di un produttore cinematografico viene ritrovato nel Tevere. I principali sospetti? Tre giovani sceneggiatori.

14) Widows, Eredità Criminale di Steve McQueen. Uscita: 15 Novembre

Il regista di Hunger, Shame, 12 anni schiavo firma l’adattamento dell’omonima serie televisiva. Quattro vedove di criminali, stritolate dai debiti, decidono di riprendersi la propria vita anche a costo di completare il lavoro dei mariti defunti. Una crime story tutta da scoprire grazie all’approccio “corporale” del regista.

15) Animali fantastici – I crimini di Grindelwald di David Yates. Uscita: 15 Novembre

Continuano le avventure dello zoologo magico Newt Scamander alle prese con il criminale Grindenwald nel nuovo capitolo dello spin-off di Harry Potter. Tra nuove rivelazioni e il ritorno di vecchi personaggi della saga, Yates saprà mantenere l’incanto?

16) Macchine Mortali di Peter Jackson. Uscita: 13 Dicembre

Una profonda riflessione sulla conseguenze della Brexit e dei nazionalismi sull’assetto globale ma anche una condanna alle urbanizzazioni incontrollate. Il film definitivo che metterà d’accordo finalmente architetti e ingegneri. Probabilmente, Macchine Mortali non è niente di tutto ciò (anche se vi invito a guardare il trailer in quest’ottica). Peter Jackson si lancia in un nuova saga fantastica, questa volta lontana da orchi ed elfi e più vicina allo steampunk. L’epica c’è e si respira. Speriamo di non ricadere nelle soporifere lungaggini de Lo Hobbit. Nel cast c’è anche Robert Sheehan, reso celebre dalla serie britannica Misfits.

17) Il ritorno di Mary Poppins di Rob Marshall. Uscita: 19 Dicembre.

Nella Londra colpita dal crack finanziario del 1929, la famiglia Banks ha nuovamente bisogno della tata più celebre di sempre (Emily Blunt). Lo chiamano remake ma è di fatto un sequel, il musical diretto dal regista di Chicago (ma anche del discutibile Into the Woods). Faremo una class action contro la Disney per aver rovinato i nostri ricordi d’infanzia o ci ritroveremo a versare lacrime inattese nel buio della sala? Tirate la monetina.

18) Moschettieri del Re di Giovanni Veronesi. Uscita: 27 Dicembre

Insieme ai cinepanettoni, il menù natalizio italiano di quest’anno vedrà anche questo curioso adattamento dei 3 Moschettieri. Veronesi riunisce un’armata brancaleone (Favino, Rubini, Papaleo, Mastandrea e Margherita Buy) in una commedia action storica. Speriamo che non resti sullo stomaco.

19) Welcome to Marwen di Robert Zemeckis. Uscita: Natale?

Ispirato ad un documentario del 2010, il film racconta il dramma di Mark Hogancamp che fu picchiato da un gruppo di neonazisti al punto di perdere la memoria. Riemerso dal coma, non avendo denaro per la riabilitazione, Mark ricreò una piccola città abitata da bambole che rappresentavano lui, i suoi aggressori e i suoi amici per una terapia tutta personale. Zemeckis riprende la vicenda trasformandola in un racconto ibrido nelle forme e agrodolce nei toni. Da tenere sicuramente d’occhio.

20) Il primo re di Matteo Rovere. Uscita: Fine 2018 (?)

La leggenda di Romolo e Remo raccontata dalla prospettiva del fratricida Remo (Alessandro Borghi). Scritto e diretto dal regista di Veloce come il Vento, fotografato da Daniele Ciprì sarà recitato in protolatino (!?). A caricare l’attesa sono le parole del giovane autore “Sarà un film fisico, pieno di duelli e battaglie, ispirato a pellicole come Revenant, Braveheart e L’Ultimo dei Mohicani” e ancora “Voglio dimostrare che l’industria italiana è in grado di ottenere risultati di grande eccellenza rispetto agli standard internazionali in termini di trucco prostetico, stunt, effetti speciali, combattimenti e costumi. È stato tutto creato in Italia” (Dichiarazioni prese da un’intervista rilasciata a febbraio a ScreenDaily). Non vediamo l’ora.

Michele Assante

Michele Assante

Abbandonato sulla Terra ancora in fasce, è cresciuto inseguendo un unico grande sogno: diventare un cowboy-pirata-spaziale. Sa bene però che la vita richiede anche concretezza ed è per questo che si è iscritto alla facoltà di Lettere Classiche: per scoprire Atlantide e sconfiggere Cthulhu prima che vengano a riprenderselo gli Alieni.
Post suggeriti

Leave a Comment

Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Illeggibile? Cambia il testo. captcha txt

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca