Il trionfale ritorno di Sabrina Spellman

 In Serie Tv

Le terrificanti avventure di Sabrina sbarca su Netflix giusto in tempo per Halloween. Alzi la mano chi non ha mai visto la serie tv Sabrina vita da strega, trasmessa sulle emittenti televisive ABC e The WB dal 1996 al 2003, serie culto basata sull’omonimo fumetto di Archie Comics. Ve la ricordate? Beh, dimenticatela. Se la vecchia serie televisiva di Sabrina ci intratteneva tutti i pomeriggi dopo la scuola, facendoci ridere non poco con gag divertenti sul mondo delle streghe, la nuova serie tv Netflix, invece, ha l’obiettivo di farci saltare dalla sedia (o dal divano, che personalmente vince su tutto). Le terrificanti avventure di Sabrina, infatti, ha tutta l’aria di essere un horror, lontano anni luce dalla comicità delle brillanti battute di Salem, il gatto (peluche di spugna parlante) di Sabrina della serie originale degli anni ’90.

La strega orfana Sabrina Spellman (interpretata da una giovane e sopraccigliona Kiernan Shipka vista precedentemente in Mad Men) vive con le sue favolose zie, Hilda (Lucy Davis, vista in The Office) e Zelda (Miranda Otto, nota soprattutto per il ruolo della principessa Eowyn nel Signore degli Anelli), così come il suo affascinante cugino Ambrose (Chance Perdomo), prigioniero della casa a causa di un incatesimo. La storia inizia poco prima del sedicesimo compleanno di Sabrina, che non sarà segnato da un normalissimo party con tanto di festone e palloncini, ma da una vecchia tradizione: un oscuro battesimo sotto una luna di sangue durante il quale Sabrina donerà la sua anima al Signore Oscuro. Ma la protagonista non sembra poi così tanto contenta, chissà perchè…
E’ solo una mezza strega (da parte di suo padre) e ha passato tutta la vita a vivere con le streghe a casa e ad andare a scuola con i mortali. Alla Baxter High ha due migliori amici e un dolcissimo fidanzato di nome Harvey (Ross Lynch). Perchè, insomma dovrebbe legare la sua esistenza a questo Signore Oscuro? Soprendetemente (e per fortuna, direi) questa storyline non si estende per tutta la durata della prima stagione di Le terrificanti avventure di Sabrina, ma segna semplicemente l’inizio delle avventure di Sabrina, che si trova a metà tra due mondi, quello mortale e quello soprannaturale. Questa dualità, invece, è presente per tutta la durata dei dieci episodi (la serie è intanto già stata rinnovata per una seconda, ndr), che vede Sabrina e i suoi amici affrontare problemi diversi che riguardano sia il mondo umano che quello stregato, questioni che vanno dal bullismo alla possessione demoniaca.

Le riprese sono state fatte a Vancouver, il che ha reso Greendale, cittadina in cui è ambientata Le terrificanti avventure di Sabrina, uno sfondo cupo e agghiacciante per raccontare questo tipo di storia. Alcune riprese inoltre sono volontariamente sfocate, rendendo la resa sullo schermo visibilmente sbilanciata, probabilmente per dare un tocco teatrale allo show.
Il ritmo della serie è veloce e incalzante, ma nessuna scena appare confusa, permettendo anche una caratterizzazione dei personaggi davvero profonda, specialmente per quelli le cui motivazioni non sembrano essere chiare nell’immediato. Sabrina, nel complesso, è un eroina. Combatte per la giustizia e per l’uguaglianza come un supereroe anche perchè, onestamente, chi, a parte una sedicenne, avrebbe il coraggio di interpellare il diavolo e di sfidarlo? La vediamo piena di energia e positività, nonostante le dure prove che è costretta a superare, aiutata immancabilmente dai suoi amici e dalle sue zie. Il mondo di Greendale può essere pieno di oscurità e magia, come lo sono d’altronde i suoi personaggi, ma alla fine le loro relazioni si fondano su qualcosa di tangibile, estremamente reale. Per coloro che temono che Le terrificanti avventure di Sabrina sia un po’ troppo creepy per i loro gusti, dico solo che c’è un interessante e mai banale spiraglio morale, che tiene in qualche modo incollati gli spettatori allo schermo.
Le terrificanti avventure di Sabrina è il primo binge-worthy autunnale, e la cosa più terrificante che lo riguarda è solo il fatto che sia tremendamente bello.

shosanna777

shosanna777

30 anni. Eterna ragazzina. Amante del cinema. Appassionata di letteratura inglese e di tutto quello che ha a che fare con la cultura anglosassone. Passione moderata per i libri e per i fumetti. Infine...insaziabile divoratrice di Serie Tv.
Post suggeriti

Leave a Comment

Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Illeggibile? Cambia il testo. captcha txt

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca