E’ Out Marassi degli Ex-Otago, quinto album della band di Genova, che dà a questo lavoro il nome del quartiere di provenienza dei 5 componenti. Il gruppo è diventato uno dei fenomeni del momento, e rientra a far parte delle uscite “indie” di quest’anno che stanno ottenendo attenzioni da mainstreamer (vedi Calcutta, I Cani, Thegiornalisti, Cosmo).

La band ospite a Radio 2 Social Club

Sì, perché pare che il mondo italiano di un certo tipo si stia accorgendo di parte del sottobosco della penisola, che finora era stato lasciato in disparte. Certo, le etichette cui appartengono i gruppi su citati sono presenti da tanto in questo sottobosco, non sono le ultime arrivate, ma almeno sta avvenendo una inversione di tendenza: non era mai accaduto che artisti di questo calibro finissero a Quelli che il Calcio o addirittura sui tg nazionali.

Cosa accade? Accade che si sta tornando a fare un pop di un determinato livello in italiano, stanno tornando i bei ritornelli da cantare e strutture semplici, tutte cose che hanno sempre reso forte la canzone italiana.

ex-otago-marassi-2016-download-696x696Artefice del sound di Marassi è l’ormai quasi onnipresente Matteo Cantaluppi (che ha portato al successo nazionale anche gli stessi Thegiornalisti), la cui influenza c’è e si sente. Anche in questo album, come in Completamente Sold Out dei Thegiornalisti, a farla da padrona sono suoni molto ‘80s, anche se, a dirla tutta, questa presenza è stata mitigata in qualche modo dalla personalità degli Otaghi. Per stessa ammissione del produttore, il quintetto di Genova non è un gruppo da synth sfrenati, motivo per cui nei 10 brani che compongono il disco troviamo anche la loro classica chitarra acustica (scusate il gioco di parole) e fraseggi di elettrica, che riportano il gruppo al proprio sound caratteristico. Le tracce sono tutte estremamente melodiche e cantabili, cosa che le rende davvero molto forti anche sotto il punto di vista radiofonico. Non è un caso che infatti i primi tre singoli (Cinghiali Incazzati, I Giovani d’Oggi e Quando sono con te) siano stati trasmessi

Il sold out al Covo Club di Bologna

Il sold out al Covo Club di Bologna

dall’ormai pioniera (per quanto riguarda l’indie) Radio DeeJay, ma non solo. Tutte le canzoni sono coerenti con lo stesso sound e mood, nessuna si discosta troppo dalle altre, elemento che però può diventare una delle pecche di Marassi: si insiste troppo su un unico aspetto, senza cercare di interrompere una continuità che alla lunga può rendere l’ascolto meno scorrevole. D’altro canto i testi, invece, sono interessanti: a volte trattano argomenti più “seri” (I Giovani d’oggi), a volte sono più leggeri (Stai Tranquillo), ma rimangono sempre semplici e cantabili. Il pregio dell’album è che, prese singolarmente, le canzoni sono tutte molto ben costruite e studiate: lasciano un segno nella mente dell’ascoltatore fin dal primo ascolto, e non è cosa da poco.

Avendo assistito a uno dei primi concerti del tour posso dire che il live è ancora da rodare, i nuovi suoni possono aver portato un po’ di scompiglio in casa Otaghi, ma si è sulla buona strada per fare un bello spettacolo.

 

Tralasciando tutto ciò, gli Ex-Otago sono l’esempio lampante di perseveranza e passione per la musica: solo chi ama veramente ciò che fa può pubblicare il quinto disco, a tredici anni di distanza dal primo e crederci tanto da riuscire a farne uno degli album simbolo di questo 2016.

Sciapò.

Franco

Franco

Nasco 22 anni fa a Napoli, sono di base a Bologna ma vivo a Granada (per ora). Studio economia, fotografo, suono. Scrivo di musica perchè è l'unica cosa che mi fa muovere la penna. Sono riuscito ad attraversare tutti i fiumi e torrenti che la vita mi ha posto davanti, ma sono caduto nel vino.