Doom Patrol: i supereroi da salvare

 In Serie Tv

Di storie sui supereroi ce ne sono tante, troppe. E il rischio che siano tutte uguali è dietro l’angolo. Per non parlare del boom delle serie tv sui supereroi degli ultimi anni. Ma questo non è il caso di Doom Patrol, spin-off della serie tv Titans, trasmessa sul servizio di streaming DC Universe, che si basa sull’omonimo gruppo di supereroi creato da Arnold Drake, Bob Haney e Bruno Premiani per la DC Comics. Qui, i supereroi sono vittime dei loro poteri, che sembrano delle vere e proprie maledizioni, manifestazioni dei loro traumi passati.
Al centro di Doom Patrol c’è quindi un gruppo di persone oppresse: Crazy Jane (Diane Guerrero, vista precedentemente in Orange is the new black), una ragazza con 64 personalità diverse, tutte con poteri diversi, create appositamente come meccanismo di difesa per aiutarla a sopravvivere ai suoi abusi passati; Rita Farr (April Bowbly), una diva hollywoodiana degli anni ’50, spezzata dal sistema del cinema, che combatte per mantenere integro il suo corpo (che di solito, quando ha degli sbalzi umorali diventa simile a una massa informe e viscida); Larry Trainor (interpretato da Matt Bomer, visto in American Horror Story e White Collar) che invece combatte contro uno spirito negativo che si è impossessato di lui, che rappresenta l’odio verso sè stesso e un’allegoria della sua omofobia interiorizzata.
I toni di Doom Patrol sono oscuri e cupi, almeno in certe parentesi. Per la maggior parte del tempo ci troviamo di fronte a trame divertenti, al limite del ridicolo. Nonostante il divertimento che ne deriva da certe scene, il lato psicologico ed emotivo dei personaggi viene curato alla perfezione. La prima stagione si basa sulla ricerca da parte della squadra di supereroi del loro capo (interpretato da Timothy Dalton, attore britannico famoso per aver interpretato in pasato James Bond nel film cult 007), una sorta di figura paterna che li ha aiutati nell’accettazione dei loro poteri.

La specialità di Doom Patrol non è nella storia, ma nella messa in scena: ci sono episodi dove lo spettatore si trova di fronte a continui plot-twist esilaranti e può prendersi una sorta di pausa dalla trama principale, approfondendo aspetti quotidiani della vita dei supereroi che non ci vengono mostrati in altre serie tv del genere, che puntano sin dall’inizio, al binomio eroe-cattivo. I nostri protagonisti non sono degli eroi, o almeno ci provano. Ogni personaggio è pieno di sensi di colpa, e il suo percorso non riguarda, in realtà,  il controllo dei propri poteri o la realizzazzione del loro potenziale, ma la ricerca personale di un supporto emotivo di cui hanno bisogno per sopravvivere in questo mondo. Ed è proprio il caso del personaggio interpretato dall’attore americano Brendan Fraser, Cliff, l’ex pilota di Formula 1, che dopo un incidente diventa solo un cervello in un corpo robotico e affronta i suoi problemi di depressione derivanti dall’essere un cattivo marito e padre.

Doom Patrol si distingue da tutti gli altri show sui supereroi perchè non separa l’azione dallo sviluppo del personaggio, anzi, le scene di azione più bizzarre e assurde diventano un momento di esplorazione psicologica per i protagonisti ed un esempio lampante è la scena dell’orgasmo di massa provocata dalla flessione di un muscolo di un supereroe, che sottolinea la rabbia repressa di Cliff che non ha più un corpo umano e organi sessuali. Doom Patrol è una serie maleducata, un raro esperimento di narrazione televisiva che unisce pathos e malinconia, fino ad arrivare al limite della follia.
Una follia divertente, che piace.
E che fa anche commuovere, diciamolo…

 

shosanna777

shosanna777

30 anni. Eterna ragazzina. Amante del cinema. Appassionata di letteratura inglese e di tutto quello che ha a che fare con la cultura anglosassone. Passione moderata per i libri e per i fumetti. Infine...insaziabile divoratrice di Serie Tv.
Post suggeriti

Leave a Comment

Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Illeggibile? Cambia il testo. captcha txt

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca