Da Spalato a Hvar per riscoprire la Croazia

 In Viaggi

Negli ultimi anni quando sentiamo parlare di Croazia il nostro pensiero da teenager si ricollega subito ai racconti di serate pazze in quel di Pag o Hvar. Per chi mi legge da un pò, sa che amo profondamente andare controcorrente,  sputare veleno sul turismo di massa, sulle classiche ferie ad agosto e sulle modalità di vacanza all’italiana che, parliamoci chiaramente, appartengono oramai solo ai film di De Sica&Boldi.

Non a caso l’abitudine degli europei (tedeschi e francesi su tutti) è quella di viaggiare non in alta stagione, in modo da godersi le caratteristiche di un luogo e a prezzi “normali”. Si sa: quello che a giugno paghi 20 ad agosto  lo paghi 60.

Quando viaggio la mia guida e il mio google maps sono le persone che incontro lungo il cammino, soprattutto quelle anziane che di esperienza ne hanno da vendere. Quelle che conoscono storie e tradizioni di un luogo, ma soprattutto quelle persone che hanno tanto da raccontare, a volte troppo..

Risultati immagini per spalato croazia

Viaggerò anche all’antica, ma in una società così caotica e frenetica ritornare a viaggiare con lentezza è un piacere da concedersi.

Ma arriviamo al dunque: la mia esperienza croata inizia da Spalato.

Una città pittoresca che vi confonderà. Qualche anno prima avevo già visitato la Croazia e quei prezzi vantaggiosi che avevo trovato oramai sono solo un ricordo. Non vi aspettate un paese economico: la Croazia non lo è più! Nonostate ciò divertitevi a calcolare la differenza tra Euro e Kuna (l’attuale moneta croata).

Le ore di viaggio si fanno sentire ma Spalato ci mette il suo per confondermi e stordirmi. Il centro storico della città è un miscuglio d’arte. Formata intorno a una costruzione di epoca romana: il palazzo dell’imperatore Diocleziano, mi sono fatto trascinare dal flusso di turisti che accalcavano le piccole stradine adiacenti, mura bianche e fiori colorati. Dopo la costruzione romana, mi sembrava di essere stato trasportato su un’isola Greca. Tuttavia le pinte di birre che affollavano i banconi dei bar alle 11:00 del mattino mi hanno riportato esattamente lì dov’ero: a Split!

Spalato è il binomio perfetto tra natura e progresso, perla induscussa che affaccia sul mar Adriatico. Millenni di storia si incatenano in un quadro naturale senza precedenti tra isolette e mare cristallino. Amanti dei tramonti e della fotografia, influencer e romantici: questo è il posto adatto a tutti voi. Una palla di sole color rosso fuoco, vi permetterà di immortalare nel rullino fotografico o nella mente un tramonto che accompagnato da uno spritz sancirà l’apice del vostro momento di benessere.

Ma è proprio tra queste stradine che incontro Vìctor. Un vecchio pazzo marinaio croato di origini italiane. Victor un pò molesto nel suo fare traballante mi invita a visitare Hvar anche chiamata Lesina. Io che collegavo questa località a feste e vita mondana gli spiego che tutto ciò non è quello che cerco. Lui mi mostra vecchie fotografie in bianco e nero dell’isola di Hvar; insomma riesce a persuadermi nel giro di pochi minuti e così senza esitare troppo mi ritrovo con un biglietto della nave: direzione Hvar.

 

Le informazioni che mi aveva dato Victor ovviamente avevano un costo: una birra ghiacciata… anzi due.

Non c’è indicazione migliore di quella di un marinaio esperto e ubriacone. Lesina esattamente come me l’aveva descritta il mio amico è veramente un’incanto.

Centinaia di vecchie e nuove imbarcazioni affollano il suo porto. Hvar è considerata ad oggi una tra le dieci isole più belle al mondo. Nell’entroterra vasti campi di lavanda, sulle coste bar e localini tradizionali si affacciano sul mare calmo e con varie tonalità d’azzurro.

Nonostante il forte flusso di turisti, Hvar conserva ancora la sua anima tradizionale e antica. Scegliete i pranzi nelle cantinette piuttosto che lussuosi ristoranti, lasciatevi trasportare nelle numerose Art-farm: le residenze di artisti o ex hippie che si trovano nell’entroterra tra i campi di lavanda, e antichi vigneti.

The last but not the least: è estate lasciatevi andare alle numerose spiagge nudiste, i croati sono persone a modo, riservati, ma alla fine molto cordiali. Non abbiate vergogna e provate il brio di bagnarvi in acque congelate, completamente nudi!

Non importa cosa state cercando, a Hvar troverete divertimento e tranquillità, ma soprattutto una storia millenaria che si sposa alla perfezione con una natura “selvaggia” fatta di calette e spiagge mozzafiato.

 

Francesco Fusi
Sono nato a Napoli ed anche se odio tanti aspetti della mia città la difendo a spada tratta; laureato in lingue all'Università Orientale di Napoli, dopo tre mesi in giro per l'America latina sono tornato dietro lo schermo di un computer, bramando la prossima esperienza zaino in spalla!! Lo yoga mi salva nei periodi di nevrosi. Il viaggio come medicina dell'anima.
Post suggeriti

Leave a Comment

Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Illeggibile? Cambia il testo. captcha txt

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca