Costiera Amalfitana, gli splendori nostrani che fanno invidia ai Caraibi

 In Viaggi

Quando a fine Luglio ho capito che avrei passato l’estate in città (Napoli) a lavorare, la disperazione si è impossesata di me. Saw l’enigmista in confronto aveva una cera migliore della mia.  Le Instagram stories erano la mia finestra sul mare. La situazione mi appariva abbastanza deprimente.

Dopo qualche giorno di shock, mi sono reso conto che nonostante la “sfortuna” di lavorare ad Agosto, in realtà potevo ritenermi un fortunato: essì perchè essendo nato al sud Italia non dovevo dimenticare la mia geografia. Così ho deciso di esplorare, nei pochi giorni liberi a disposizione, la costiera Amalfitana. Non che non la conoscessi, ma ho analizzato i luoghi migliori per trascorrere le mie ore di libertà, per dirla alla De Andrè.

Chi pensa che la costiera amalfitana sia solo roba per ricchi si sbaglia di grosso. Non avevo nessuna intenzione di rinunciare alla mia tenda, al mio cucinino portabile e a tutti quell’attrezzatura che – diciamoci la verità – ha sempre un nonsochè di libertà.

Così dopo una piccola ricerca su internet, mi sono messo in contatto con un Camping che consiglio vivamente a TUTTI.

Terrazze per piazzare le tende vista mare, anzi rettifico: vista Vesuvio. Super centrale in quel di Sorrento, piscina per sentirsi più cool e meno #poovery. Insomma tutto perfetto, o quasi: il titolare è un tifoso della Juve… ma su questo aspetto sorvolerò.

La mia estate si è trasformata in un andirivieni costante tra Napoli e Sorrento; facile da raggiungere, e con un clima che ci invidia tutto il mondo. Dalla disperazione ero passato all’incredulità: perchè la costiera con tutte le sue bellezze non può che essere amata un pò da tutti.

Dunque ho deciso di stilare la classifica dei miei 3 posti preferiti!
Prima di andare in Thailandia o a Varadero (Cuba), perchè non conosci prima le spiagge e le bellezze della tua terra?

  • BAGNI DELLA REGINA GIOVANNA: Se amate i posti selvaggi questo è il luogo adatto a voi.
    I bagni della regina Giovanna prendono il nome da Giovanna D’Angiò regina di Napoli fino al 1381. Dopo una discesa fatta di rocce più che “fastidiose” passerete per un arco naturale che vi porterà fino alla caletta. La spiaggia è una vera piscina naturale dove gli amanti dello snorkeling si immergono per ammirare il fondale color smeraldo. D’estate questo posto paradisiaco è preso d’assalto da residenti e turisti, i più fedeli si recano infatti al tramonto per concedersi un bagno rigenerante ed ammirare da lontano le luci del sole che tramontando baciano il golfo di Napoli. Cosa aspetti?

Risultati immagini per bagni regina giovanna

  • BAIA DI IERANTO: il trekking che porta alla baia è un toccasana per gli occhi ma soprattutto per l’anima; ma mai mi sarei immaginato di restare folgorato dalle vibrazioni e sensazioni che questo luogo mi ha trasmesso. Sacro e profano, leggende e secoli di storia. Ieranto in greco significa “sacro”, un tempo questo luogo era il tempio della Dea Atena, proprio qui infatti Omero colloca all’interno della sua opera le sirene che incantarono Ulisse. Non so se mi spiego… Questo luogo infonde pace e serenità, con i farglioni di Capri che fanno da sfondo quello che più mi ha sorpreso è l’azzurro del mare. Un’oasi di pace dove farsi un tuffo rappresenta un’esperienza mistica piuttosto che un semplice bagno a mare. Oggi la Baia di Ieranto è di proprietà del FAI (Fondo Nazionale per l’Ambiente) nonostante ciò l’ingresso alla baia fortunatamente resta libero.

Risultati immagini per baia di ieranto

  • CALA MITIGLIANO: Nella mia vita mi sono immerso in acque cristalline, da Cuba a Sharm el Sheik passando per la costa caraibica in Colombia, ma vi assicuro che il mare che ho trovato in questa splendida caletta non ha nulla da invidiare a nessuno. La discesa che porta a Cala Mitigliano è la cornice perfetta per un film d’amore, manca solo la canzone in sottofondo “Parlami d’amore Mariù”… Non lasciatevi scoraggiare dalle roccie appuntite e dai grandi sassi. Con Capri e punta Campanella in lontananza non vi resta che godervi le correnti di acqua fredda&calda che abitano questa spiaggia. Indubbiamente il posto che più di tutti mi ha rubato il cuore. Lungo la costa della spiaggia troverete una grotta circolare con un fondale profondo quasi 15metri: fossi in voi mi tufferei!

Immagine correlata

 

Francesco Fusi
Sono nato a Napoli ed anche se odio tanti aspetti della mia città la difendo a spada tratta; laureato in lingue all'Università Orientale di Napoli, dopo tre mesi in giro per l'America latina sono tornato dietro lo schermo di un computer, bramando la prossima esperienza zaino in spalla!! Lo yoga mi salva nei periodi di nevrosi. Il viaggio come medicina dell'anima.
Post suggeriti

Leave a Comment

Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Illeggibile? Cambia il testo. captcha txt

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca