Classificone dei tormentoni estivi 2018

 In Musica

Anche questa estate discografica è giunta al termine. Siamo stati bombardati dalle solite 10-15 canzoni in high rotation sulle principali emittenti radiofoniche e ormai il nostro subconscio si muove al ritmo di Baby K e di Giusy Ferreri. Ma quale è stato il miglior singolo dell’estate?

Andiamo con ordine:

 

1) BABY K – DA ZERO A CENTO

 

Ascolti radiofonici: 10

Da avere nella propria discografia: 2

Discutibilità del video: 9,5

Ballabilità da ubriachi: 9

Profondità del testo: 1

 

Baby K è la vincitrice dell’estate italiana. Il suo perfetto mix di ritmo reggaeton, testo composto sfogliando le pagine di un rotocalco italo-iberico (Dove non si tocca – dove la vida es loca – andale, andale), video nonsense in un autodromo infarcito di sponsor non poteva che trionfare nelle sobrie spiagge italiane.
Canzone ideale per twerkare il giusto e mettere in risalto quei kili di troppo non smaltiti in palestra prima delle vacanze così da conquistare la scena al Parco Gondar di Gallipoli.

 

Miglior verso:

Quanto sei figo capisci che dico
Sarai un tattoo di cui mi pentirò
A casa in un posto straniero
Dal cielo cade un desiderio

2) BOOMDABASH feat. LOREDANA BERTÈ – NON TI DICO NO

 

Ascolti radiofonici: 9

Da avere nella propria discografia: 100

Discutilibità del video: 9

Profondità del testo: 4

 

Non ti dico no è stato un capolavoro discografico di Takagi & Ketra e dei Boomdabash che sono riusciti a rivitalizzare una Loredana Bertè proveniente da anni opachi, mettendola al centro del progetto e cucendole addosso un vestito perfetto per la sua voce e per il suo personaggio. Però dai ragazzi, non mettiamola al centro del video a fare la badass su una bici e davanti a un macchinone americano.

 

Miglior verso:

Questo caldo frantuma le ossa
Prima che l’acqua corroda la roccia
Bedda sciamune, ovunque vuoi, bye

3) TAKAGI & KETRA feat. GIUSY FERRERI & SEAN KINGSTON – AMORE E CAPOEIRA

 

Ascolti radiofonici: 9

Da avere nella propria discografia: 1

Discutibilità del video: 6

Ballabilità da ubriachi: 10

Profondità del testo: 4

 

Takagi & Ketra vincono anche questo round e portano a casa un risultato che si piazza quasi a pari merito con il secondo brano della nostra classifica. Purtroppo un video con più criterio relega Amore e Capoeira in terza posizione, ma il suo ritmo ballabile facilmente anche dopo due Quattro bianchi e tre Negroni sbagliati ed un testo che riesce a farci immergere appieno nel clima estivo consente a Giusy Ferreri di salire sul terzo gradino del podio e di festeggiare nella sua favela.

 

Miglior verso:

Cachaça e luna piena
Con me in una favela

4) THEGIORNALISTI – FELICITA’ PUTTANA

 

Ascolti radiofonici: 7

Da avere nella propria discografia: 5

Discutibilità del video: 5

Ballabilità da ubriachi: ebrezza necessaria

Profondità del testo: 5

 

Come si fa a non voler bene al Tommaso nazionale? L’eterno ragazzo degli anni ’80 non si fa pregare e tira fuori un altro singolone estivo, deliziandoci con un video in cui la sua storia con Matilda va indietro nel tempo. Il riff resta in testa, il testo è carino, ma la trovata geniale è il titolo. Un vero concentrato di quello che sono diventati i Thegiornalisti: dei romantici con un cuore enorme, lo sguardo sincero, la parolaccia ad effetto e dei genitali roventi.

 

Miglior verso:

Il cartello di Cali è un bordello
Meglio il traffico delle vacanze

5) FABIO ROVAZZI – FACCIO QUELLO CHE VOGLIO

 

Ascolti radiofonici: 6

Da avere nella propria discografia: 2

Discutibilità del video: 0

Ballabilità da ubriachi: 7

Profondità del testo: 6

 

Ok Fabio. Stavolta ritenta. Oppure no, ne abbiamo già parlato. Forse davvero è arrivato il momento di abbandonare la musica, perchè in effetti sei un ottimo regista. Il videoclip di Faccio quello che voglio, un vero e proprio cortometraggio, è delirante ma estremamente divertente e tecnicamente impegnativo. Rovazzi è davvero bravo ed i suoi testi, a primo ascolto banali, risultano essere anche interessanti.

 

Miglior verso:

Vado e parto in quarta e sfuggo dal mio Karma
È uno stato che mi esalta
Ho voglia di staccare dall’ansia generale
E tuffarmi dentro il mare

6) ALVARO SOLER – LA CINTURA

 

Ascolti radiofonici: Troppi

Da avere nella propria discografia: No

Discutibilità del video: 6

Ballabilità da ubriachi: 8

Profondità del testo: Barbara D’Urso

 

Un Alvaro Soler sottotono riesce ad infilarsi con prepotenza nella nostra classifica grazie all’onda lunga ispanica delle ultime estati. D’altronde che estate sarebbe senza il singolone spagnolo senza senso del belloccio di turno?

 

Miglior verso:
Su vestido de seda
Calienta mi corazón
Como en una novela
En la televisión

7) MAROON 5 – GIRLS LIKE YOU

 

Ascolti radiofonici: 6

Da avere nella propria discografia: 3,5

Discutibilità del video: 3

Ballabilità da ubriachi: 4

Profondità del testo: 4

 

15 anni fa erano una delle migliori band internazionali. Poi hanno deciso di fare soldi e ci sono riusciti con numerosi singoli scalaclassifica. Girls like you non è il peggiore di questi, ma la ripetitività assoluta del ritornello fa perdere punti ad un ottimo brano.

Cardi B inoltre è in grado di rovinare canzone e video, ottima doppietta.

 

Miglior verso:

Girls like you
Love fun, yeah me too

8) BURAK YETER & CECILIA KRULL – MY LIFE IS GOING ON

 

Ascolti radiofonici: 5

Da avere nella propria discografia: 6

Discutibilità del video: sv

Ballabilità da ubriachi: 8

Profondità del testo: 6

 

L’enorme successo della serie TV spagnola La Casa de papel è riuscita in due operazioni commerciali assurde, musicalmente parlando. Un remix elettronico dell’ottima sigla di apertura firmata da Cecilia Krull ed un remix di Bella Ciao. SI, UN REMIX DI BELLA CIAO.

My life is going on riarrangiata da Burak Yeter è un bel pezzo che mantiene l’atmosfera del brano originale rendendolo più radiofonico. Una delle note positive dell’alta rotazione radiofonica dell’estate 2018.

 

Miglior verso:
I will be so strong, looking for a new version of myself
Cause now all I want is to be a part of my new world

9) MERK & KERMONT – HANDS UP (feat. DNCE)

 

Ascolti radiofonici: 5

Da avere nella propria discografia: 6

Discutibilità del video: 0

Ballabilità da ubriachi: Radja Nainggolan

Profondità del testo: 2

 

Il duo milanese Merk & Kremont (al secolo Federico Mercuri e Giordano Cremona) torna con l’ottima Hands Up, forse il brano migliore della classifica per melodia ed arrangiamenti. Consigliatissimo per fare i cafoni in macchina e caricarsi prima dell’entrata nei club. Ottimo anche il videoclip, diretto da Andrea Gallo, che fa tornare in mente il video di Coffee and TV dei Blur.

 

Miglior verso:

Hey, I’m driving down a dead-end street
Do I let another dragon fly? Gonna sweep another off her feet

10) LUCA CARBONI – UNA GRANDE FESTA

 

Ascolti radiofonici: 5

Da avere nella propria discografia: solo se con gli ultimi dischi dei Thegiornalisti

Discutibilità del video: 8

Ballabilità da ubriachi: 2

Profondità del testo: 6

 

La continuità tra Luca Carboni, gli anni ’80 ed i Thegiornalisti rende ormai queste tre entità un unico inscindibile corpo in questi anni ’10. Il connubio tra il brano ed il video è poesia pura, un pugno nell’occhio di quelli difficili da dimenticare. Il testo migliora il voto complessivo e consente a Luca di entrare per il rotto della cuffia nel nostro classificone.

 

Miglior verso:

Ma che caldo che ho
Dammi una gomma pop

Carlo Maria Gallinoro

Carlo Maria Gallinoro

Carlo Maria Gallinoro è nato a Napoli nel 1990. Dai 13 la musica diventa il suo secondo sangue, dai 20 la medicina diventa il suo percorso. Suona chitarra e pianoforte. Fotografa spesso la sua città. Capace di perdersi in un bicchier d'acqua, e di affrontare oceani aperti senza paura.
Carlo Maria Gallinoro

Latest posts by Carlo Maria Gallinoro (see all)

Post suggeriti

Leave a Comment

Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Illeggibile? Cambia il testo. captcha txt

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca