After life: la vita che va oltre

 In Serie Tv

Netflix punta di nuovo sul black comedy con After Life. Dopo Il Metodo Kominsky, con cui ha qualche punto in comune, la serie tv britannica affronta con sarcasmo e ironia argomenti seri e importanti.

Disponibile in streaming dall’8 marzo, After Life è la storia di Tony un uomo che non sa come sopravvivere senza la moglie, morta di cancro a soli 46 anni. L’uomo di mezza età, senza figli e forti passioni, si ritrova a non sapere come affrontare il lutto e la perdita e senza voglia di trovare un nuovo senso alla vita, dopo che l’unica cosa che le dava senso gli è stata portata via.
La prima e immediata soluzione a cui pensa è allora quella di suicidarsi, non tanto perché creda nell’aldilà, essendo convintamente ateo, ma per porre fine alla sofferenza e perché sarebbe comunque meglio «vivere nel nulla con lei, piuttosto che da qualche parte senza di lei.» Non riesce però ad andare fino in fondo perché il suo cane ha bisogno di lui, o forse non solo.
Passa allora al piano B e decide di vivere nel pieno della verità e della noncuranza, facendo quello che vuole e dicendo tutto ciò che gli passa per la mente, senza limiti. Il suo piano è diventare il “supereroe della verità” e mettere al loro posto tutti gli stronzi che incontra, polemizzando per ogni caso ed offrendo giudizi e critiche gratuite. Ma se quelli che lo circondano non fossero tutti stronzi?
Ricky Gervais, che fa da ideatore, regista, protagonista e produttore esecutivo di After Life, mette in scena in sei episodi, di circa trenta minuti da vedere tutti in un fiato, l’evoluzione e l’accettazione di un lutto, che rappresenta una fine di un’epoca, o meglio un’interruzione.

Colpisce il continuo parallelo tra il “prima” e il “dopo”, tra la vita con Lisa (Kerry Godliman) e quella senza di lei. Tony passa infatti molto tempo della giornata a rivedere i video dei momenti più belli e divertenti, collezionati in 25 anni insieme, e quelli che la moglie gli ha lasciato prima di morire, ricchi di consigli pratici e messaggi positivi, che il protagonista di After Life non riesce a mettere in pratica.
Vive una routine giornaliera statica e ripetitiva: badare al cane, passare a trovare il padre alla casa di riposo, andare al cimitero e lavoricchiare al giornale locale del paese, approfittando del fatto che il capo è suo cognato.
Ciò che più spiazza e mette in crisi Tony sono gli incontri, che capitano anche se non li cerchi, che ti mettono in contatto con il mondo anche se non lo vuoi. Ed è così che una “professionista del sesso”, una vedova anziana al cimitero, un’impiegata della casa di cura, una giovane giornalista curiosa e gentile lo portano a chiedersi: «Ma davvero si vive solo per se stessi?».
La cosa curiosa è che After Life, costruita quasi come un lungo film, vive di una totale spersonalizzazione. Tony potrebbe essere qualunque uomo, il paese in cui vive una qualsiasi piccola cittadina, The Tambury gazette un qualsiasi giornale locale che intrattiene e alleggerisce. Perché non è quel che si ha, dove si vive o cosa si fa per lavoro la cosa importante, ma riflettere su come si può reagire ad un momento difficile. La black comedy usa la facilità di potersi immedesimare come mezzo. Il poter cambiare se stessi e il proprio atteggiamento come fine.

Bisbetico o gentile, lamentoso o propositivo, stronzo o un po’ meno, il nostro comportamento fa la differenza. After life ti porta con ironia, leggerezza, fluidità e qualche fragorosa risata a decentrarci e andare oltre, perché tutti hanno dei problemi e noi non sempre ce ne ricordiamo.

Monica Viscido

Monica Viscido

Laureata in lettere moderne, ora studia filologia moderna. Adora leggere, guardare film e serie tv. Lotta quotidianamente contro la pigrizia e si mette sempre in discussione. Odia parlare di sé e stare al centro dell'attenzione, quindi in questo momento non si trova esattamente a proprio agio.
Monica Viscido

Latest posts by Monica Viscido (see all)

Post suggeriti

Leave a Comment

Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Illeggibile? Cambia il testo. captcha txt

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca