Motor Girl: paure, alieni e un gorilla nella nuova opera di Terry Moore

 In Fumetti

Ci sono graphic novel che dietro ad una trama apparentemente semplice e lineare, nascondono una profondità tematica che non ti aspetti. È il caso dell’ultima opera scritta e disegnata da Terry Moore e edita da Bao Publishing, Motor Girl.

La storia è quella di Samantha una veterana tornata in America che, dopo aver subito due esplosioni in Iraq e mesi di torture, soffre di stress post traumatico. Vive e lavora in un’officina in mezzo al deserto del Nevada insieme ad un grosso gorilla di nome Mike, che la aiuta ad affrontare i momenti più difficili, e Libby la proprietaria dell’officina meccanica, una donna anziana ma con un grande carisma. La sua routine quotidiana viene spezzata da un’astronave aliena che precipita di fronte casa sua, attirando l’attenzione del dottor Walton, un uomo che cercherà di impossessarsene per poterla studiare.

La trama, come in molte opere dell’autore americano, risulta essere solo un pretesto per raccontare l’esistenza dei protagonisti. Sam è una donna profondamente segnata dall’orrore della guerra; i suoi continui flashback la riportano in Iraq facendole rivivere la sua più grande paura: quella di non poter aiutare gli altri, il terrore di sentirsi impotente. Un’angoscia a cui cerca di sfuggire aiutandosi con le bevute con il suo amico Mike e le serate passate con Libby, che trattandola come una figlia cercherà di riportarla alla realtà per salvarle la vita.

Temi complicati che Moore affronta con delicatezza e rispetto, alternando momenti seri e riflessivi, ad altri più leggeri e divertenti, soprattutto quando entrano in scena i piccoli alieni che Samantha vuole salvare. Motor Girl è una storia che racconta quanto sia difficile l’elaborazione dei traumi e di come sia necessario fare i conti con il proprio passato se si vuole andare avanti. Paure e debolezze che ci fanno immedesimare, affezionare ed amare i personaggi del racconto, come spesso accade nelle opere di Moore (vedi alla voce “Stranger in Paradise”).

Il suo tratto, pulito ed essenziale, descrive in maniera estremamente espressiva i volti dei protagonisti. Uno stile riconoscibile che, anche se meno dettagliato o lavorato rispetto ai precedenti lavori, si adatta perfettamente alla storia.

Motor Girl è una opera semplice, leggera, e scorrevole, ma non per questo meno interessante o coinvolgente; Terry Moore è sempre una garanzia e il modo di raccontare i protagonisti delle sue storie riesce sempre a toccare quelle corde interne a cui è impossibile rimanere indifferenti.

[yasr_overall_rating size=”medium”]

Luca Illiano

Luca Illiano

Nato a Napoli nel 1987. Fin dai primi anni ho amato la lettura, la buona musica e il perder tempo. Dopo 29 anni non è cambiato nulla, ma si è aggiunta qualche passione in più. Sogno di scrivere e pubblicare un libro, ma aspetto l’idea giusta. Perché l’idea giusta arriva, vero?
Post suggeriti

Leave a Comment

Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Illeggibile? Cambia il testo. captcha txt

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca